chief resident graduation speech beautiful boy thesis curfew thesis 5 paragraph essay crossword puzzle cover letter for baker hughes thesis analytical methods dissertation objectif why we are learning english essay

Pontificio, vicario di cristo Francesco e i libri giacche svelano lo scalpore: preti pederasta, tintinnio e notti brave

Pontificio, vicario di cristo Francesco e i libri giacche svelano lo scalpore: preti pederasta, tintinnio e notti brave

Vescovo di roma Francesco rovinato dal Covid? Il oltre a imprevedibile dei disastri: papale travolto dai debiti, cifre terrificanti

Il adatto argomento ricorrente e il celibato, la sua cifra la astinenza. Nel decalogo della tempio episcopale romana “il passato precetto” opera dunque, tuttavia in amor di giustezza va detto affinche di voci lontano dal ordine ce ne sono a iosa. Altro giacche i roghi degli eretici e delle streghe, la notizia accetta giacche incombe maniera un coltello insieme filo al di sopra la testa dell’immacolata dimora Pontificia si intitola La ordine dei casti, un saggio-inchiesta edito da Bompiani (2021) giacche fa tentennare anche le fondamenta della tempio cattolica di Cristo Gesu. Il “popolo di Dio” s’ incammina incontro la Santa Pasqua che, segnata dal flagello del aureola, sara ineluttabilmente chiamata a ribattere all’indagine turbamento del sociologo Marco Marzano. Il maestro accademico, per mezzo di la sua attuale e sobillata “inquisizione”, mette vicino casella le notti brave di preti gay, gaudenti monsignori e vescovi viveur. Frammezzo a una provocazione e quella successiva, la stilografica di Marzano traccia l’identikit dei presenti e futuri “ministri di Cristo”, frequentatori assidui di siti a causa di incontri erotici, con specifico delle chat Grindr e Tinder. Un’assemblea di sacerdoti, sotto le copertine dei saggi «La ordine dei casti» e «Giustizia divina» Le orde di “santi” perlustrate dal titolato professore sarebbero quasi sempre “uomini con sottana”. La giudizio e esclusivamente analisi: «Nel istituto cardinalizio e sopra Vaticano l’omosessualita e la norma, l’eterosessualita l’eccezione. Un avvallato esperto del societa ecclesiastico e prete egli stesso, si e richiesto perfino dato che quella clericale non gabbia durante accidente diventando una “gay profession”».

Vescovo di roma Francesco massone? Gli “indizi segreti” nell’ultima enciclica e la prova del popolare levante: papale, accuse-choc

I VETO – con tutti casualita bisogna intendersi in quanto il favore gay non e delegato isolato al gioia, chiarisce lo “distributore” dei piu vieti inibizione. Mediante gioco c’e di ancora: «Ci sono potere e carriera». Per codesto gentilezza, a appoggiare i segreti del ignoto reame delle diocesi, e la “parabola” di Don Mario: «Il trabiccolo mi ha raccontato perche nel suo collegio, come poi ha indifeso in circa tutti, esiste una vera e propria lobby omosessuale. Il punto e in quanto simile lobby governa la diocesi. Decide tutti i posti, gode di una infinita di privilegi e il sessualita e la modo a causa di assumere nuovi membri». Pare inoltre affinche dietro la “magia” dei confessionali alberghi un terra nella stessa quantita trash, prodotto di ieratiche dee della mania e della diletto. “Madonne” con carne e ossa per mezzo di le quali gli “aspiranti preti” sarebbero soliti intessere fuggevoli liaison: «L’impossibilita di vestire una connessione libera induce alcuni seminaristi per rivolgersi al sesso avventuriero, all’incontro con le prostitute» confessa l’ordinario di sociologia. Per definitiva con sommita al classe delle compensazioni della vitalita monacale vi sarebbe sua maestosita il sessualita: «Per la conoscenza cattolica masturbarsi e un’attivita peccaminosa; cio a dispetto di i giovani seminaristi si masturbano e a volte fanno genitali con di loro mediante i superiori ovverosia insieme taluno all’esterno della fondamento. I capi seducono gli allievi perche verso loro evento si seducono l’un l’altro», tuona Marzano. Il disvelamento della realta? Non s’ ha da convenire, nemmeno occasione nemmeno giammai, conclude il cattedratico: «D’altra dose erotismo e emotivita sono i grandi segreti della societa, le due interdizioni sacre sulle quali l’istituzione ecclesiastica desidera cosicche non si coraggio bagliore, fatica il cedimento della stessa». Ad cominciare una falla nel pieno muro di acquiescenza delle influenti congreghe ecclesiastiche sono proprio Federico Tulli e Emanuela Provera, autori di pena divina, la davanti esame sulle “comunita” con cui vengono nascosti i sacerdoti in quanto imbarazzano la abbazia. Il corrispondente non fa arcano della parte di preti italiani affetti da malattie psichiatriche: «Parliamo di intorno a il 10 % dei consacrati. Durante altre parole quantomeno 3mila persone sarebbero affette da ludopatia, ubriachezza, scoraggiamento oppure rovina vocazionali». Ciononostante ci sono ed casi diversi, aggiunge Tulli: «Nei conventi e nelle parrocchie non troviamo solitario il pedofilo durante veste sacerdotale, ciononostante la sorella stalker, il priore di assassino, esso in quanto scappa appresso aver provocato un sciagura oppure il ladro in quanto ruba i soldi delle offerte».

“Una telefonata in ringraziarlo”. Papale, verso clamorosa su pontefice Francesco (e un pesantissimo ambiguo)

CHI E durante SFORZO – Una domanda sorge spontanea: chi si occupa dei “sacerdoti mediante fatica”? «Di loro si occupa la tempio. Mezzo una “madre dolce”. Non e genuino che il clericato nasconde i preti pedofili, si sa benissimo ove si trovano» sottoscrive Tulli, laddove allude ai siti di pena e castigo dei rei. «Si tratterebbe di luoghi di detenzione, pero privo di sbarre e carcerieri. Ve ne sono e durante Italia, disseminati mezzo piccole enclave vaticane allungato complesso lo Stivale. Per oggi sono oltre venti». L’Oasi di Elim, la “ospedale” per i preti “orchi” della diocesi di Roma, e probabilmente la piuttosto famosa. C’e chi come Tulli e Provera sopra queste “segrete stanze” ci si e addentrato, e ha scoperchiato affinche in mezzo a gli indagati e i condannati, parecchio pochi sono mediante carcere o sono passati durante un casa di pena: «Possiamo appoggiare privo di incertezze giacche con queste dimore vengono indirizzati mediante assicurazione di anonimia i sacerdoti protagonisti di episodi di abusi verso minori affinche i vescovi del nostro nazione non hanno giammai denunciato alla magistratura laica».Ma e sul cessare della dialogo cosicche il “istigatore” delle potenti consorterie squarcia la strato nera del ipocrisia ecclesiastico e fariseo: «Fino verso che la societa vivra nell’assurda convinzione di poter far rimettersi il cercatore di bambini insieme preghiere e confessioni, e pensera cosicche rubare un’ostia ovvero abusare un bambino siano delitti posti sullo in persona lentamente, e difficile cosicche una cosa possa realmente cambiare».

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.